fbpx
Via V. Monti, 1 42122 Reggio Emilia (RE)

L’organizzazione della giornata di una persona con Alzheimer

senior-people-confronting-alzheimer-disease

l’organizzazione della giornata di una persona con alzheimer

consigli pratici e suggerimenti utili

Prendersi cura di una persona con demenza, in particolare di tipo Alzheimer, non è semplice. In questo articolo speriamo possiate trovare qualche strumento utile per assistere i vostri cari in modo più consapevole e sereno.

COME FORNIRE IL PROPRIO SUPPORTO ED ORGANIZZARE ROUTINE STRUTTURATE

Una giornata ben organizzata è scandita da attività note che richiedono la partecipazione della persona con demenza. Questi compiti devono essere proposti con cadenza regolare, fino a diventare routine capaci di donare sicurezza e stabilità al vostro assistito.  Naturalmente le attività che proponete dovranno essere significative per la persona, in linea con le sue preferenze, gratificanti e non frustranti ma adatte al suo livello cognitivo.

Il caregiver deve diventare capace di assistere il proprio caro senza sostituirsi ad esso, aiutandolo e supportandolo ma evitando di svolgere l’attività al suo posto. Deve stargli vicino, fornirgli costantemente motivazione, incoraggiamento e premiare il raggiungimento di piccoli obiettivi. A tutti gli effetti, colui che si occupa di una persona con demenza ha un importante ruolo educativo. Per questo è importante saper gestire lamentele, capricci ed altri comportamenti negativi, se pur con grande flessibilità ed una buona dose di tolleranza. Ricordiamo che non è semplice distinguere le difficoltà legate ai problemi cognitivi e ai disturbi psicologici/comportamentali dalle attitudini caratteriali come la pigrizia, lo scarso interesse o la bassa motivazione.

Per arginare queste eventualità è bene:

  • dedicare un periodo iniziale alla conoscenza approfondita della persona, partendo dall’analisi delle sue origini e delle abitudini pre-esistenti fino ad arrivare agli interessi attuali, alle attività che svolge e alle persone che frequenta (se presenti);
  • prendersi il tempo giusto per riflettere sulle attività da proporre tenendo in considerazione alcuni parametri:
    • familiarità: compiti noti, dei quali il soggetto conosce i passaggi, le regole, gli obiettivi e gli strumenti;
    • significatività: attività che la persona svolgeva per lavoro o come passatempo;
    • attuale interesse della persona nella partecipazione alle attività;
    • motivazione al loro svolgimento;
    • livello di difficoltà: in linea con le abilità residue del vostro caro, dunque non troppo semplici nè troppo complesse;
    • importanza che rivestono: alcune attività come quelle inerenti l’alimentazione, l’igiene personale e l’attività fisica sono fondamentali per il benessere della persona fragile e devono necessariamente essere svolte, in questi casi è indispensabile trovare un modo per farle accettare;
    • rispetto degli orari: contingentare le attività ai giusti momenti della giornata, in maniera coerente e costante;
  • programmare e strutturare le attività secondo routine ben chiare e definite.
ATTIVITà QUOTIDIANE nell’AMBIENTE DOMESTICO

All’importanza dell’ambiente all’interno del quale vengono svolte le attività di vita quotidiana delle persone fragili abbiamo dedicato questo articolo, che vi invitiamo a leggere se ancora non ne avete avuto modo. Per quanto riguarda consigli utili mirati in particolar modo all’organizzazione della giornata delle persone con demenza di Alzheimer, vi rimandiamo a questa scheda, realizzata dall’Associazione Italiana Malattia Alzheimer, ricca di preziosi suggerimenti pratici.

Potrebbero interessarti anche

Lascia un commento

Contenuti Extra

Registrandoti potrai accedere GRATUITAMENTE a contenuti EXTRA come video tutorial sulle varie funzioni, schede tecniche e manuali d'uso.
OTTIENI I CONTENUTI
close-link
Contenuti Extra
Invia su WhatsApp